mousse al cioccolato e acqua

cioccolato chantilly

Qualche tempo fa avevo letto il libro “pentole e provette” di Hervè This, chimico francese sperimentatore della gastronomia molecolare in cui, fra le altre cose, si parlava della possibilità di realizzare un cioccolato chantilly, praticamente una mousse al cioccolato senza aggiunta di ingredienti classici quali panna, uova, zucchero o altro, ma aggiungendo al cioccolato stesso solo acqua, a dispetto di tutto quello che era stato detto a proposito. La cosa mi aveva incuriosito molto, e avevo provato a farla, non disponendo però di una ricetta specifica, ma solo di nozioni su quale fosse il processo fisico-chimico che permettesse questo tipo di emulsione. Ultimamente, girovagando in rete, mi sono imbattuto in questo blog, in cui, con una formula matematica viene spiegato come fare questa mousse senza dare spazio alla possibilità ad errori sulle dosi di acqua da usare rispetto alla quantità ma anche al tipo di cioccolato che andremo ad usare:
in pratica il buon Dario Bressanini ci dice che la proporzione di grasso rispetto all’acqua (o altro liquido) dovrà essere del 34%.
Qualcuno che mi conosce bene dirà che sono nel mio mondo, fatto di numeri e cioccolata, ma vorrà anche sapere come fare per effettuare questo calcolo:
bisogna prima di tutto guardare sulla confezione del cioccolato la percentuale di grassi che esso contiene:

cioccolato chantilly

in questo caso io ho usato un cioccolato fondente al 55%, con percentuale di grassi di 31,6 per 100 gr. Per calcolare l’acqua da usare bisognerà moltiplicare 31,6 X 100 il risultato diviso 34 = 92,94 gr di acqua per ogni 100 gr di cioccolato.
Una volta fatto questo calcolo si può procedere alla realizzazione di questa magica mousse!

ingredienti

100 gr di cioccolato fondente ( la percentuale sceglietela voi, io sono stato basso, al 55%)
93 gr di acqua ( in realtà erano 73 di acqua e 20 di rhum)

mettere direttamente in un pentolino l’acqua e il cioccolato spezzettato a sciogliere sul fuoco basso, l’ideale sarebbe non superare i 50°, continuando a mescolare,

cioccolato chantilly

una volta che il cioccolato si è perfettamente amalgamato, mettere in una ciotola, meglio se di metallo, precedentemente messa in un’altra ciotola con acqua e ghiaccio e montare con le fruste, fino ad ottenere una bella emulsione dalla consistenza soffice.

cioccolato chantilly
mettere a rassodare in frigo.
L’acqua che usiamo potrà essere aromatizzata con centrifugati di frutta, oppure liquore, oppure ancora spezie, o ancora aggiungere alla mousse frutta fresca, insomma, niente vi vieta di fare gli abbinamenti che più vi stuzzicano, a patto però che vengano condivisi!

cioccolato chantilly

Annunci

5 pensieri su “mousse al cioccolato e acqua

  1. hai teorizzato quello che io faccio empiricamente, grazie per averlo reso ripetibile e a prova di errore. sono allergica ai latticini e la ganache è ua delle cose più complicate 😉
    grazie anche per il link al blog. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...